Crea sito

Gnomi o folletti del bosco

Si fa presto a parlare di gnomi!

Scommetto che la maggior parte di voi conosce gli gnomi o folletti del bosco con il barbone, il cappello rosso, a punta, e il naso a patata.

In realtà, in pochi sanno che gli gnomi del bosco, si possono dividere in tantissime categorie e specie, ognuna con il suo compito ben preciso.

Ci sono gli gnomi della neve, quelli dei funghi e anche quelli delle ghiande.

Gli gnomi o folletti del bosco che preferisco

Tuttavia i miei preferiti sono gli gnomi dei fiori, piccoli esserini dai vestiti variopinti.

Non portano cappelli a punta ma cuffiette colorate.

I maschi indossano pantaloni corti ai polpacci, solitamente color verde erba, mentre le femmine portano ampie gonne con stampe di fiorellini colorati e magliettine color del sole.

Sono alti quanto una pera coscia e hanno le orecchie a sventola.
Sono sempre molto allegri e corrono scalzi, velocissimi, nei prati di campagna.

Non era il vento

Vi è mai capitato di guardare un prato e osservare alcuni fili di erba piegarsi al vento?

Ecco, molto probabilmente non si trattava di vento ma della corsa spensierata di questi allegri gnometti.

Ve lo dico perché io li ho visti sfrecciare nella campagna toscana, uno di quei giorni in cui, per leggere un libro, mi siedo tra i rami dell’albero che sta sulla collina delle fate nel terreno del Poderaccio2.

Gnomi dei fiori

Sono soliti riempirsi le tasche di semini di ogni genere che perdono regolarmente in giro mentre sono presi dai loro giochi.

È così che puoi capire se sono passati dalle tue parti: quando vedi uno strano mucchietto di fiori che nasce in punti inaspettati di un prato, disposti in un modo disordinato, o anche disposti in fila, quasi a segnare un cammino, è lì che sicuramente hanno giocato gli gnometti dei fiori lasciando segno del loro passaggio con queste tracce colorate.

gnomi o folletti del bosco podere poderaccio 2

Il prato dei giochi per i folletti del bosco

Così stamattina, quando ho guardato fuori dalla finestra di casa, quella che si affaccia ad ovest, mi ha colpito quel piccolo insieme di fiori bianchi in un punto del prato troppo in ombra.

Sono certa che, se mi avvicinassi a guardare il terreno, troverei le orme dei passi disordinati e leggeri di quel gruppo scapestrato di piccoli gnomi colorati.

Immaginarli giocare nel prato di casa mi ha strappato un sorriso, in questo lunedì mattina umido di pioggia.

Prima di andare, un morso al mio cornetto integrale al miele mentre i vapori del cappuccino appannano la vista e la finestra.

Ti va di condividere?